eventi fashion Trend e News

Pitti Uomo 102: il tema dei saloni, i percorsi e gli eventi speciali

I saloni fisici di Pitti Immagine inaugurano le edizioni estive con la moda uomo primavera-estate 23. Un arco temporale di previsione lungimirante per il menswear internazionale che dal 14 al 17 giugno 22 occuperà gli spazi della Fortezza da Basso di Firenze, con una serie di anteprime e progetti speciali. A seguire sarà la volta di Pitti Bimbo (22 – 24 giugno) e Pitti Filati (29 giugno – 1 luglio), appuntamenti fisici e digitali resi possibili grazie al supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Agenzia ICE.

PITTI_ISLAND sarà il tema principale dei saloni

Dal capoluogo toscano, sarà PITTI_ISLAND il tema principale dei saloni e – come già annunciato nel comunicato ufficiale dal direttore generale Agostino Poletto -, come punto fermo ma dinamico, richiamerà l’idea di un luogo naturale in cui l’uomo contemporaneo potrà interagire ed evolvere. “PITTI_ISLAND sarà un’isola immaginaria collegata con tutto il mondo in uno scambio reciproco e costante. Una terra dalla botanica selezionata – spiega Poletto -, socievole e aperta, a volte divertente, riflessiva e coinvolgente, sensibile alle idee, per incontrarsi, per stare insieme prima di riprendere, ciascuno, il proprio viaggio”. Si tratta di un concept a tutto tondo, dalla comunicazione alla parte visual. Un’atmosfera unica e mutevole per tutti e tre i saloni estivi, curata nei particolari dal creative director Angelo Figus e dal duo fotografico Narente (nome d’arte di Lucio Aru e Franco Erre). “L’allestimento creerà suggestivi scenari naturali nei quali perdersi e fotografarsi – aggiunge Figus -, integrandosi nelle immagini della campagna stessa che rimbalzerà sui social, ogni giorno con i volti di nuovi viaggiatori alla scoperta della nuova stagione”. 

Con la promessa di una location magica circondata da acqua e vegetazione selvaggia, grazie agli allestimenti del piazzale e dei padiglioni seguiti dall’architetto Alessandro Moradei, gli spazi fisici si adatteranno alle possibili condivisioni, diventando anche un prezioso set per la creazione di contenuti digitali. 

I percorsi del menswear internazionale

Secondo gli ultimi dati, consultabili nella sezione Press del sito ufficiale della kermesse, saranno 640 i brand coinvolti, il 38% dei quali stranieri, divisi in cinque macro aree e presenti anche nella piattaforma digitale Pitti Connect. Dopo le difficoltà e le incertezze degli ultimi due anni, il mood all’interno del polo fieristico fiorentino sarà quello di una “ritrovata serenità”, con la ripresa degli eventi in presenza che pervaderanno il percorso di Pitti Uomo 102. Fantastic Classic, Futuro Maschile, Dynamic Attitude, Superstyling e S|Style sustainable style: queste infatti le sezioni che all’interno della Fortezza, definiranno il percorso e il carattere del menswear internazionale. In particolare, il progetto S|Style giunto alla quinta edizione, sarà sostenuto dal gruppo bancario UniCredit, partner principale di Pitti Immagine che durante PU102 supporterà l’arena Unicredit Theatre; uno spazio di confronto e dibattito dedicato al rapporto tra moda ed economia, innovazione e sostenibilità.  

Eventi speciali di Pitti Uomo 102

Per quattro giorni dunque, la moda uomo primavera-estate 23 sarà protagonista. A suon di presentazioni esclusive, talk, mostre e sfilate, offrirà un corposo calendario di eventi e anticipazioni, superando in alcune occasioni, anche i confini del polo medievale.Tra gli appuntamenti più attesi, il fashion show di Wales Bonner e gli Special Project di Sapio e Soulland. Martedì 14 Giugno, da Palazzo Medici Riccardi, l’eponimo brand di nuova generazione presenterà la linea inedita incarnando “una visione unica di lusso culturale”. Questa la promessa di Grace Wales Bonner, designer di origini anglo-giamaicane, dotata di uno spirito cosmopolita e un particolare senso creativo.

A seguire mercoledì 15, presso lo Spazio Discovery, a pochi metri dalla Fortezza da Basso, il brand italiano Sapio di Giulio Sapio, presenterà una selezione di capi uomo-donna rispettando il progetto di una moda essenziale e minimal, studiata per durare nel tempo. Nella stessa data, ma al crepuscolo, Silas Oda Adler e Jacob Kampp Berliner, rispettivamente direttore creativo e CEO di Soulland – brand fondato nel 2002 a Copenaghen-, presenteranno la nuova collezione PE23. I capi, realizzati con materiali certificati GOTS, avranno un’estetica contemporanea, forte di un approccio artigianale e un impegno responsabile.

Tra le mura della Fortezza, invece, dall’arena UniCredit Theatre, grande interesse per il talk Web3 & The Metaverse: A new era of brand engagement. Una collaborazione tra Pitti Immagine e il gruppo Accenture con la partecipazione di Tommaso Nervegna, Metaverse Strategy Lead, che guiderà il dibattito sui nuovi comportamenti d’acquisto della clientela in uno spazio tridimensionale fatto di avatar e interconnessioni. 

Infine nella stessa data, grand opening della mostra dedicata alla maison Ann Demeulemeester, ospite d’onore della kermesse fiorentina che dopo il rinvio della sfilata a gennaio, omaggerà gli spazi della Stazione Leopolda con un’accurata selezione di capi d’archivio. 

N.B. Articolo pubblicato sul magazine InLibertà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: